• Gio. Apr 22nd, 2021

Il Tecno Blog – Il portale della tecnologia e dell'innovazione

Blog di news di tecnologia, consigli, curiosità e innovazione tecnologica

Come importare le chat di WhatsApp in Telegram

DiRedazione

Mar 1, 2021
wt

WhatsApp ha causato molte polemiche nelle ultime settimane. L’app di messagistica di Facebook ha annunciato che dall’inizio di febbraio scambierà sempre più dati con la casa madre e che agli utenti verrà ora chiesto il permesso. Ovviamente, questo ha avviato un’ondata e molte persone hanno già cambiato messenger. Non era raro che venissero discusse alternative come Signal, Threema o Telegram. Quest’ultimo ora vuole posizionarsi come l’opzione migliore.

Telegram sta pianificando una grande funzionalità per i cambiavalute

Telegram ha originariamente rilasciato un importante aggiornamento alla versione 7.4 nell’App Store. Tuttavia, poco tempo dopo la descrizione è stata ritirata e il riferimento al nuovo strumento è stato rimosso. Ciò dovrebbe consentire l’importazione delle chat di WhatsApp in Telegram in pochi semplici passaggi. Tuttavia, questo attualmente sembra funzionare solo con WhatsApp, Line e KakaoTalk. Ulteriori applicazioni seguiranno in seguito. La cosa speciale è che è molto facile da fare e non devi andare in modo imbarazzante.

Come trasferire le chat da WhatsApp a Telegram

Prima di tutto, la versione 7.4 di Telegram deve essere ovviamente installata sul tuo iPhone. Per spostare una chat da WhatsApp per iOS, apri l’area “Informazioni di contatto” o “Informazioni di gruppo” su WhatsApp, tocca Esporta chat e seleziona Telegram nel menu Condividi. Non appena i dati sono stati trasferiti, puoi assegnare un contatto o un gruppo alla chat in Telegram per sincronizzarli correttamente. Anche le chat importate vengono contrassegnate come tali. La funzione potrebbe non essere disponibile al momento, ma dovrebbe ricevere l’approvazione a breve. L’introduzione potrebbe essere fatta pezzo per pezzo. Per questo motivo, gli sviluppatori potrebbero aver rimosso i riferimenti ad esso nella descrizione dell’aggiornamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *